Un Palermo essenziale annulla il Messina

0

Finalmente si gioca alle 15.00, giusto il tempo di fare calare l’ultimo anelletto al forno nelle fauci del processo digestivo dei tifosi del Palermo. Qualcuno sostiene che da qualche parte siano in cantiere altri dossier contro i rosanero: si dice che i calzettoni spardati di Crivello siano un messaggio agli alieni e che i passaggi di Martin disegnino delle coordinate che – viste dall’alto – compongano delle frasi che, tradotte dal sanscrito, diano in anticipo i risultati finali delle partite. Roba forte, insomma. 

Il primo gol del Palermo

PRIMO TEMPO

Neanche il tempo di cominciare a sacramentare contro il pessimo Signor Di Francesco, che ci accorgiamo che il Messina schiera la controfigura dell’argentino Caniggia in difesa. Una mossa a sorpresa, non c’è che dire. Partita tesa e vibrante, direbbero quelli bravi. Il Palermo tiene palla, il Messina punge in contropiede. Tra un infarto e l’altro arriva il gol dei rosanero: non ci resta che rimanere in apnea fino al fischio dell’arbitro. 

SECONDO TEMPO

La seconda frazione sembra il gioco della corda. Venti metri avanti il Palermo e si torna indietro, venti metri avanti il Messina e si torna indietro. Nel frattempo i due portieri, pare abbiano avuto il tempo di leggere tutta la Divina Commedia e tradurla in dodici lingue diverse. Fino all’apoteosi del 90°: contropiede di un Ficarrotta finalmente decisivo e assist per Sforzini. Fischio finale del Signor Di Francesco, la cosa migliore fatta oggi. Due a zero e game over al Barbera! Si resta a +5 sul Savoia! Forza Palermo, portaci via da questa categoria.

LE PAGELLE CALDE CALDE DI PALERMO-F.C.MESSINA

Pelagotti 6. Qualche titubanza sulle uscite alte ed una buona parata nel primo tempo. Imbattuto da tre gare di fila, la divisa da operatore RAP ha compiuto il suo dovere anche oggi.

Accardi 6. Chiantatissimo nella retroguardia, non sbaglia nulla.

Lancini 7. Prestazione super! Ogni tanto si guarda troppo allo specchio, ma gioca una partita illegale!

Peretti 7. Perentorio come una cartella esattoriale, cresce di partita in partita. L’assist per il primo gol di Sforzini è la ciliegina sulla torta.

Crivello 6. Il passo da terzino non si vede, lo preferiamo quando al centro diventa Cri-Wall.

Dal 86° Mauri s.v.

Langella 6,5. Uomo ovunque della mediana del Palermo, a tratti sembra essere clonato. Qualcuno sostiene di averlo visto anche ai tornelli nel pre-gara.

Martin 6,5. Difficile giocare di fino oggi. Il francese si adegua e fa tanta di quella legna che manco un boscaiolo valdostano.

Kraja 5. Con quel suo passo cadenzato da passeggiata in Via Maqueda non regge l’urto del centrocampo messinese. Slow motion.

Dal 55º Ambro 6. Si mette a disposizione della squadra con ordine e semplicità. 

Floriano 5,5. Un paio di gialli per simulazione sparagnati, corsa sulla sinistra e rientro sul destro per… non tirare mai. A tratti sembra voler dimostrare a tutti i costi di essere il più bravo. 

Dal 73º Ficarrotta 7. Racchiude in venti minuti la sua migliore prestazione in rosanero. Sulla sua fascia fa più paura del coronavirus, salta avversari come birilli, prende punizioni di platino e serve un assist commovente per il raddoppio di Sforzini. Sfavillante! 

Felici 5. Un po’ a destra, un po’ a sinistra… manco fosse il premier Conte. Ma non la becca mai!  

Dal 55º Silipo 6,5. Corre, pressa e palla al piede dimostra la qualità del trequartista e l’egoismo della punta. Meriterebbe una chance da titolare.

Sforzini 7,5. I due gol sono il frutto di un lavoro durato novanta minuti nei quali prende più botte che nel peggior bar di Caracas. Un leone che ruggisce per tutto il match e che da solo mette in allarme l’intera retroguardia peloritana. Da preservare come se fosse un panda. Anvedi come segna Nando!

Pergolizzi 6,5. Due golletti essenziali, come voleva lui. Senza mai tirare in porta, tra l’altro, e se non è record poco ci manca. Neanche il buon Tedino riusciva in imprese così epiche. Fedele al suo credo tattico schiera un undici iniziale logico e quando si accorge che qualcuno dei suoi non risponde più ai comandi azzecca tutti, ma proprio tutti i cambi con un’ottima lettura della gara.

Mettete un like alla nostra pagina Facebook!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui