Campofranco: “Vincere non è mai facile, campionato straordinario”

0

Davide Campofranco, palermitano, ha vestito per diverse stagioni nella sua carriera la maglia rosanero e per un solo anno la maglia del Savoia, prossima avversaria dei rosa al Barbera. E per quattro anni ha allenato le giovanili rosanero. Queste le sue dichiarazioni a Rosanero Live.

campofranco
Davide Campofranco, Palermo Legends

L’esperienza al Savoia

“Sono stato benissimo al Savoia, abbiamo fatto un bel campionato. Sono partito un po’ in ritardo perché arrivai al Savoia in prestito dal Palermo dopo circa 5/6 partite però mi ambientai bene. Abbiamo cominciato subito a fare risultati positivi. La squadra era gestita da Pietro Lo Monaco che faceva un po’ da amministratore delegato, un po’ da direttore sportivo. Ho solo ricordi positivi di quella stagione”.

La partita tra Palermo e Palermo Legends

”Entrare al Barbera è sempre un’emozione forte e intensa. Grazie anche ai 20.000 spettatori presenti, è stata una serata riuscita alla grande. Dovrebbero ripetersi più frequentemente partite del genere perché è importante coinvolgere i tifosi e creare un legame con la squadra. Anche se la gente, quest’anno, ha risposto in maniera veramente egregia alle difficoltà e ai problemi con la società”.

Il nuovo corso societario

”Sicuramente stanno facendo il massimo per il Palermo e mi auguro, ovviamente, che andando avanti e salendo di categoria possano continuare così. Avere quindi la forza economica per mantenere delle categorie che sono più degne per la città di Palermo che non merita di stare in Serie D. Ripartire da un fallimento non è sicuramente facile per nessuno ma devo dire che questa società ha fatto tutto quello che c’era da fare per fare le cose per bene sin dall’inizio e  i tifosi hanno risposto in maniera spettacolare”.

La nuova squadra

“Il Palermo, intanto, è una squadra che è nettamente migliore nell’organico delle altre, in questo campionato. Ci sono 3-4 giocatori che compongono l’ossatura della squadra che sono veramente importanti. In difesa Crivello, insieme a Lancini, sta rispecchiando quello che la società si aspettava. In mezzo al campo abbiamo un vero e proprio metronomo che è il francese Martin. Ma in questa categoria fa la differenza anche Ricciardo lì davanti perché è necessario avere giocatori che buttano la palla dentro e si sta dimostrando un punto di riferimento per la squadra. Poi ovviamente ci sono giocatori come Santana, Accardi e molti altri che sono indubbiamente ottimi elementi”.

10 vittorie consecutive

“Stanno facendo un campionato straordinario perché in qualsiasi categoria vincere non è mai semplice o scontato. Va fatto sicuramente un plauso a questa squadra. I giocatori sono stati bravi a calarsi in questa dimensione perché quasi tutti provengono da categorie superiori e non era semplice”.

Come finirà Palermo-Savoia

“Sarò presente allo stadio. Da palermitano, ex rosanero sia come calciatore che come allenatore del settore giovanile per 4 anni, mi auguro comunque che il Palermo vinca. Mi dispiace per il Savoia perché ho ricordi bellissimi, sono stato trattato sempre nel migliore dei modi. Spero che sia una bella partita, giocata a viso aperto e che si divertano sia i giocatori in campo che i tifosi sugli spalti”.

Seguiteci sui nostri profili social: Facebook e Instagram.

[adrotate banner="18"]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui