Via ogni cautela, fuori le sciarpe: ecco perché il Palermo è già in Serie C

0

Abbandoniamo ogni cautela, lasciamo perdere la scaramanzia e festeggiamo: il Palermo può già considerarsi in Serie C. Sì, d’accordo, la proposta della Lnd di promuovere le prime di ogni girone e retrocedere le ultime quattro in classifica dovrà essere ratificata dal Consiglio federale, in programma mercoledì il 3 giugno. Soltanto allora, ci sarà l’ufficialità con tanto di timbro e firme alla promozione dei rosanero e al ritorno tra i professionisti.

Però, la Federcalcio non potrà non tener conto di almeno due fattori: l’unanimita’ del voto dei delegati dei comitati regionali che hanno partecipato in videoconferenza al consiglio di lega e, quanto alle promozioni, l’aderenza a quanto previsto e messo nero su bianco nel comunicato ufficiale del Consiglio federale della Figc del 20 maggio scorso, quello che decise lo stop del campionato di Serie D.

LA COMUNICAZIONE

“Solo nel caso in cui fosse impossibile riavviare o completare le competizioni entro le date di conclusione così come sopra prorogate, l’esito delle stesse competizioni, anche con riferimento alle squadre promosse e retrocesse, verrà individuato in base alla classifica cristallizzatasi al momento della definitiva interruzione con la applicazione di oggettivi coefficienti correttivi da individuarsi anche tenendo conto della specificità della organizzazione in gironi della competizione e/o del diverso numero di gare disputate dalle società”.

La previsione riguarda, per essere precisi, i campionati di A, B e C per i quali e’ stata deliberata la ripresa e, eventualmente, i modi per la conclusione dei tornei. Ma, visto che la D non può completare il calendario per decisione della stessa Figc, è ovvio e finanche logico traslare quelle righe al campionato dilettanti.

SCIARPE E BANDIERE

Non a caso, lo stesso presidente della Lnd, Sibilia, commentando l’esito del consiglio si è richiamato a quel paragrafo: “Abbiamo agito nel rispetto delle linee indicate dalla Figc”. Che, adesso, non può contraddire se stessa. Ecco perchè si possono già tirar fuori bandiere e sciarpe rosanero: il primo gradino della scalata del Palermo verso i livelli che gli competono e che ha frequentato negli ultimi quindici anni, è stato salito. È Serie C.

VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY

[adrotate banner="18"]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui