Felici e la sua famiglia vogliono il Palermo

Tutto l'ambiente rosanero spera che se dovesse arrivare la promozione in serie C, Felici rimanga a Palermo anche nella prossima stagione

0

Il romano Mattia Felici, pezzo pregiato del Lecce e da agosto anche del Palermo, è uno di quegli under attualmente in rosanero che sicuramente avrebbero un posto assicurato anche in un Palermo promosso in serie C. Il ragazzo, in special modo nel girone d’andata, non ha sbagliato una partita, mettendo in campo estro e velocità oltre a segnare anche gol importanti e a proporre assist risolutivi.

DECISIVO ANCHE SENZA SEGNARE

Il giovane attaccante, che non trova la via della rete da circa un paio di mesi, è riuscito comunque a incidere in maniera determinante in alcuni recenti successi del Palermo procurandosi un paio di rigori risolutivi nelle partite contro il Marsala e contro la Cittanovese. Ma è stato protagonista in questo senso anche in altre partite: in totale ha procurato al Palermo cinque dei nove rigori che gli sono stati concessi.

Mattia Felici in azione

RAPIDITÀ E DRIBBLING

Felici questi rigori se li è conquistati grazie alla sua rapidità ed ai suoi dribbling fulminanti. Ecco come spiega i suoi exploit al Giornale di Sicilia che oggi lo ha intervistato: «A me piace puntare l’uomo, quindi appena riesco a saltare il diretto avversario, ecco che arriva il fallo. Quasi sempre, almeno. È sempre andata cosi, e tutti i rigori che ho preso sono netti. Quando giochiamo di prima, poi, è anche meglio».

SI TROVA BENE A PALERMO

Felici non manca di far sapere quanto si trovi a suo agio in questa squadra: «Sin da quando sono arrivato, mi sono trovato benissimo. Anche con chi è arrivato dopo di me. Tutte persone bravissime. Non sono mai stato in un gruppo come questo. Dentro lo spogliatoio si respira un bel clima e si scherza sempre, anche con i più grandi. Non si avverte la differenza di età con loro, sembra che siamo tutti coetanei».

LA FAMIGLIA SPERA CHE RIMANGA A PALERMO

Gli viene chiesto se questo gruppo nel quale si trova così bene riesce a non fargli sentire molto la nostalgia di casa. «Si, anche se ogni tanto ho delle visite – risponde Felici -. La mia ragazza, mia madre e mio fratello vengono spesso a trovarmi e sperano pure che rimanga qui il prossimo anno, mi vedono bene a Palermo. Preferiscono vedermi giocare qui piuttosto che trovarmi in un’altra società, senza magari avere molte possibilità per giocare». È inutile dire che i tifosi rosanero sono della stessa idea della famiglia di Felici


VISITA LE NOSTRE PAGINE FACEBOOK

ISCRIVITI ALLE NOSTRE COMMUNITY

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui